Diciottenni gratis in treno ad agosto, in Toscana. Ecco come si fa

Neo-diciottenni in treno gratis per tutto il mese di agosto. L’invito a ‘scoprire’ il treno per i nati nel 2001, che hanno raggiunto o raggiungeranno la maggiore età nel 2019, arriva dalla Regione Toscana, che ha inserito questa possibilità in una modifica agli accordi stretti con Trenitalia per quanto riguarda il sistema tariffario.

L’idea è quella di incentivare l’uso del treno da parte dei giovani, di invogliarli a scoprire il nostro territorio ed anche i servizi ferroviari. Nel mese di agosto i ragazzi nati nel 2001 potranno viaggiare liberamente sui treni regionali, visitare città d’arte, raggiungere la costa, usare il treno per i propri spostamenti quotidiani. Sono certo che sarà un’iniziativa apprezzata e che per molti di loro sarà anche un modo per prendere davvero familiarità con il servizio ferroviario regionale.

Per usufruire di questa offerta, destinata ad essere ripetuta negli anni a venire, i giovani interessati dovranno richiedere la Carta Unica Toscana.  La card può essere richiesta nelle biglietterie Trenitalia della Toscana o tramite mail all’indirizzo unicatoscana2001@trenitalia.it, oppure scaricando l’apposito modulo sul sito dell’azienda. Dal 15 giugno Regione Toscana metterà a disposizione tutte le informazioni dettagliate per richiedere la Carta Unica sul sito di Muoversi in Toscana. Sarà comunque sufficiente far partire la richiesta per poter ottenere un documento di viaggio valido in attesa di ritirare la Carta, per iniziare da subito a viaggiare gratuitamente.

Le novità tariffarie, però, non riguarderanno soltanto i neo diciottenni, ma anche le famiglie. Infatti dal mese di ottobre 2019 verrà varato un biglietto plurigiornaliero, valido sia per un singolo viaggiatore, che per famiglie o piccoli gruppi a partire dalle ore 9 (esclusa quindi la fascia della prima mattina).

Il biglietto plurigiornaliero introduce in Toscana una tariffazione speciale in uso in numerose realtà europee.

Per un titolo di viaggio valido su tutti i treni regionali toscani, senza limitazioni orarie (ad eccezione della fascia oraria precedente alle ore 9) o di tratta, si pagherà:

per 3 giorni: 40 euro il viaggiatore singolo, 100 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone

per 5 giorni: 55 euro il viaggiatore singolo, 140 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone

per 7 giorni: 75 euro il viaggiatore singolo, 170 euro una famiglia o un gruppo composto da 3 a 5 persone

Servizio civile, c'è ancora tempo per far domanda

E’ stata prorogata fino alle ore 14 del 28 giugno 2019 la scadenza per la presentazione delle domande per il servizio civile regionale. Il bando destinato ad oltre 3000 giovani fino a 29 anni, residenti o domiciliati in Toscana, era stato pubblicato il 9 maggio scorso e doveva chiudersi il 7 giugno.

Chi fa domanda potrà lavorare, per un anno, in Asl, biblioteche, uffici pubblici, cooperative, associazioni del terzo settore, protezione civile. Il bando si inserisce nel progetto regionale Giovanisì e, come ogni anno, propone una serie di progetti, declinati nei diversi settori (tra i quali Sanità, Ambiente, Protezione Civile, Istruzione, Cultura, Immigrazione e Pari Opportunità).

In tutto, quest’anno sono 512 presentati da amministrazioni pubbliche, cooperative e organizzazioni del terzo settore, tutti soggetti iscritti all’albo degli enti di Servizio civile regionale. Ai giovani spetta un contributo mensile di 433,80 euro. La misura del Servizio Civile regionale è finanziata con il PorFse 2014-20.

Domande chi e come
Possono presentare la propria candidatura i giovani che, alla data di presentazione della domanda: siano regolarmente residenti o domiciliati in Toscana per motivi di studio propri o per motivi di studio o di lavoro di almeno uno dei genitori; siano in età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti); siano non occupati, disoccupati, inattivi; siano in possesso di idoneità fisica; non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo.
Può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia.

Tutti i requisiti, ad eccezione del limite di età, devono essere mantenuti sino al termine del servizio.
Non possono presentare domanda coloro che abbiano già svolto o stiano svolgendo il servizio civile (regionale o nazionale) o che abbiano avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo con l’ente che realizza il progetto.

Per saperne di più documentazione e istruzioni per l’uso

Kontatto, la festa di fine anno a Borgo San Lorenzo

Venerdì 7 Giugno, dalle ore 18:00 presso l’Auditorium Paola Leoni del Centro d’Incontro di Piazza Dante 33 a Borgo San Lorenzo si terrà la Festa di fine anno del Progetto Kontatto

Un evento aperto e gratuito al quale tutta la cittadinanza è invitata, con un occhio di riguardo per i giovani fra i 15 e i 30 anni!

L’evento inizierà alle ore 18:00 con il quarto, e ultimo (per quest’anno!), incontro del ciclo di dibattiti “Konfusione”. 

Quest’anno i ragazzi del Progetto hanno scelto di parlare di: dimensione digitale, educazione sentimentale, migrazioni e, in questo incontro di chiusura, di felicità

Il dibattito ha il titolo “Chiedimi se sono felice. Fra depressione e motivazione” e sarà moderato dalla Psicoterapeuta Caterina Gori, esperta in educazione all’affettività e all’identità di genere. 

Dopo il dibattito, via alla musica! Con il Mago Annoiato e una Jam Session in cui si esibiranno i ragazzi e le ragazze del gruppo KonSonante. 

Nella sala sarà inoltre presente una mostra con i materiali del laboratorio interculturale realizzato dal gruppo Konfine durante questo anno di lavoro. 

Un buffet sarà offerto a tutti gli intervenuti. 

Il Progetto Kontatto è promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Borgo San Lorenzo in collaborazione con la Società della Salute Mugello, ed è coordinato dalla Cooperativa Sociale Convoi. 

"Io non ho paura": un incontro a Borgo su migrazioni e integrazione

Io non ho paura. Il 12 Aprile, presso il rinnovato Centro d’Incotro di Piazza Dante:un incontro pensato dai giovani e dedicato ai giovani per parlare di migrazioni e integrazione.

Si terrà il 12 Aprile il terzo incontro organizzato dai giovani di Kontatto per il ciclo “Konfusione”, un percorso di dibattiti aperti a tutti, ma dedicati ai giovani. 
Questo terzo incontro si concentrerà sull’analisi del fenomeno migratorio oltre che sul tema dell’integrazione e di come essa possa essere costruita e sostenuta anche in un territorio come il Mugello. 
Indagare il razzismo e la xenofobia, inoltre, per i giovani significa interrogarsi sui fattori scatenanti di questi fenomeni: quali la paura del diverso, la scarsa conoscenza sui dati relativi ai flussi migratori e alle migrazioni nel mondo.
I ragazzi del gruppo Konfusione hanno portato avanti un approfondimento e una raccolta di informazioni che saranno al centro del dibattito del 12 aprile, con inizio alle ore 17:00, che vedrà la presenza di Pablo Nardoni, coordinatore del Progetto SPRAR dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello .
Con Pablo, e con tutti coloro che vorranno esser presenti, proveremo a fare chiarezza su alcuni concetti chiave; per comprendere il funzionamento del sistema di accoglienza italiano e per conoscere modelli e pratiche di integrazione. 
L’incontro è gratuito e aperto a tutti. 
Ricordiamo che il Progetto Kontatto, aperto ai giovani mugellani dai 15 ai 30 anni, è promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Borgo San Lorenzo, in collaborazione della Società della Salute Mugello ecoordinato dalla Cooperativa Sociale Convoi.

Consulta dei Giovani, a Barberino l'11 marzo nuova assemblea

ISecondo appuntamento, per la Consulta dei giovani di Barberino di Mugello. Dopo la prima assemblea, tenutasi in febbraio per esaminare scopi e modalità di questo nuovo organismo, lunedì 11 marzo i giovani si incontrano di nuovo, per eleggere il loro comitato esecutivo, strumento indispensabile, insieme al presidente che sarà poi nominato dal comitato, per la gestione della Consulta.

L’assemblea si tiene lunedì alle ore 21 nella sala della biblioteca comunale – Palazzo Pretorio in piazza Cavour. All’Assemblea hanno già aderito circa 40 persone, ma l’assemblea è aperta a tutti i giovani interessati, dai 13 ai 30 anni.

Di recente il Consiglio comunale ha approvato, all’unanimità il Regolamento della Consulta dei Giovani di Barberino di Mugello, base per il funzionamento di questo nuovo strumento di partecipazione, che ha per scopo la promozione di iniziative di aggregazione giovanili, per un miglior utilizzo del tempo libero, per favorire il rapporto con associazioni e gruppi giovanili, e per favorire il dialogo tra giovani ed ente locale.

Toscana Energia, selezione per tre assunzioni

Toscana Energia ha indetto una selezione per l’assunzione di 3 Tecnici Distribuzione da inserire presso l’Unità Distribuzione.

La selezione è finalizzata alla formazione di una graduatoria per l’assunzione a tempo indeterminato con contratto di apprendistato professionalizzante per le sedi aziendali (Firenze, Empoli, Montecatini Terme, Pisa). L’azienda attingerà alla graduatoria nei diciotto mesi successivi alla conclusione della procedura selettiva per la copertura di ulteriori posizioni lavorative necessarie come Tecnico Distribuzione.

La domanda (scaricabile sul sito aziendale www.toscanaenergia.eualla sezione lavora con noi) e i documenti allegati dovranno essere presentati entro il 1 aprile 2019 – ore 18.00. L’inserimento delle informazioni necessarie per candidarsi alla selezione e il caricamento della domanda di ammissione e dei documenti richiesti dovranno avvenire esclusivamente attraverso il sito www.cba-consulting.it.

Per essere ammessi i candidati dovranno essere in possesso dei requisiti indicati nell’avviso (disponibile sul sito) tra cui aver compiuto i 18 anni e non aver superato i 29 anni e sei mesi di età.

Beyond the Black Mirror: un'iniziativa a Borgo San Lorenzo su digital e social

Beyond the Black Mirror: Come digital e social influiscono sulla nostra vita

Incontro & dibattito con esperto organizzato dai giovani (del Progetto Kontatto!) per i giovani del Mugello

I ragazzi che si sono occupati di organizzare questo evento, che si terrà il prossimo 8 Febbraio dalle 17:00 in Saletta Pio la Torre a Borgo San Lorenzo, hanno scelto questo titolo per sottolineare la domanda di fondo da cui tutto nasce: “che impatto hanno le tecnologie digitali e gli spazi virtuali sulla nostra vita?”. Nella riflessione preparatoria è stato ben presto chiaro che le risposte possono essere tante e complesse. 

Proprio con questa consapevolezza si è scelto di costruire un evento aperto in cui poter riflettere insieme, con l’aiuto di Teo Benedetti, che per Giunti Editore scrive di queste tematiche proprio per i giovani, sulla complessità del fenomeno e magari insieme provare a costruire una maggiore consapevolezza sui tanti risvolti del vivere connessi.

L’evento è pensato per i giovani, che ne saranno i protagonisti, ma è aperto anche agli adulti interessati, e per tutti è gratuito, nello spirito che ormai da ben 10 anni anima il Progetto Kontatto. Questo progetto, nato nel 2008è aperto gratuitamente ai giovani mugellani dai 15 ai 30 anni ed è promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Borgo San Lorenzo, in collaborazione della Società della Salute Mugello e coordinato dalla Cooperativa Sociale Convoi.

In questo decimo anno sono stati attivati già 7 gruppi di interesse: Kondizione (teatro), Kontratto (disegno), Konfabula (giochi di ruolo), Konsonante (musica), Konfine (intercultura), Kontroll (videomaking) e Konfusione (dibattiti in plenaria). 

Consulta dei Giovani a Barberino. Lunedì 11 c'è l'assemblea

Consulta dei giovani a Barberino, si parte. Lunedì 11 gennaio, alle 21.00, nella sala della biblioteca – Palazzo Pretorio in piazza Cavour, ci sarà la prima assemblea per formare questo nuovo organismo, la “Consulta dei Giovani”, promossa dal Comune di Barberino di Mugello con lo scopo di favorire tra i ragazzi e le ragazze barberinesi una maggiore partecipazione alla vita del paese.

All’assemblea hanno già aderito oltre 30 persone, dai 13 ai 25 anni, ma l’assemblea è aperta a tutti i giovani interessati. E l’invito rivolto a tutti è di partecipare!

Durante l’incontro l’assessore alle politiche giovanili Fulvio Giovannelli ricorderà gli obiettivi della Consulta, per la promozione di iniziative di aggregazione giovanile e per un miglior utilizzo del tempo libero, per favorire il rapporto con associazioni e gruppi, e accrescere il dialogo tra giovani e Comune.

L’assemblea discuterà e deciderà in merito al funzionamento della Consulta stessa, con proposte che poi costituiranno la base per la stesura di un regolamento, da approvare in Consiglio comunale.

Consulta dei Giovani a Barberino, per partecipare ed essere protagonisti

Il Comune di Barberino di Mugello sta promuovendo la costituzione della Consulta dei Giovani.

La Consulta vuole

  • essere strumento di informazione e conoscenza delle realtà giovanili;
  • promuovere iniziative per l’aggregazione e l’inclusione sociale, attraverso incontri, dibattiti e altri eventi;
  • proporre e sviluppare attività per un miglior utilizzo del tempo libero;
  • rapportarsi con le associazioni e i gruppi giovanili anche informali presenti sul territorio;
  • favorire il dialogo e i rapporti tra realtà giovanili e Amministrazione Comunale.

Tutti i giovani di Barberino potranno partecipare. Anzitutto sarà formata un’assemblea dei giovani interessati, assemblea che dovrà discutere e decidere in merito al funzionamento della Consulta stessa, con proposte operative che poi costituiranno la base per la stesura di un regolamento, da approvare in Consiglio comunale.

L’Assemblea sarà costituita da tutti i giovani, dai 13 ai 25 anni, residenti nel Comune di Barberino di Mugello, che avranno fatto domanda di parteciparvi. Per i minorenni è richiesta la firma di un genitore, per presa visione.

Lo schema di domanda di partecipazione può essere scaricato QUI Consulta – domanda di partecipazione, e riconsegnato in Biblioteca Comunale o all’URP. La domanda, scansionata o fotografata, potrà essere inviata anche all’indirizzo: mugello.giovane2016@gmail.com.

Il termine per la riconsegna è fissato a sabato 19 gennaio 2019.

La prima riunione dell’Assemblea si terrà tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio 2019.

Borse Dottorato Pegaso 2019

C’è un nuovo bando della Regione Toscana per finanziare corsi di dottorato di ricerca realizzati in rete fra Università e Centri di ricerca ed in collaborazione con imprese.

Per i dottorati Pegaso, che saranno selezionati sulla base del prossimo avviso regionale e che partiranno nell’anno accademico 2018-2019 (ciclo XXXIV), è disponibile un budget complessivo di 5 milioni 400 mila euro. L’avviso è finanziato dal Fondo sociale europeo e rientra nell’ambito del progetto Giovanisì.

L’avviso ha lo scopo di finanziare borse di dottorato di durata triennale per frequentare corsi di dottorato realizzati da partenariati fra Università e enti di ricerca, in collaborazione anche con Imprese. I dottorati dovranno prevedere, nella didattica e nell’attività di ricerca, l’utilizzo della lingua inglese e la programmazione di soggiorni di studio e ricerca all’estero (di 6 o 12 mesi) e/o esperienze in contesti applicativi di almeno 3 mesi.

Possono presentare domanda Associazioni temporanee di scopo (ATS) costituite o costituende fra:

  • Università pubbliche statali e non statali riconosciute dal Ministero dell’istruzione, università e ricerca (Miur), con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana;
  • Istituti di istruzione universitaria a ordinamento speciale con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana;
  • Enti di ricerca pubblici nazionali con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana.

Le borse saranno assegnate ai dottorandi dalle stesse Istituzioni universitarie che realizzano il corso.

Le borse Pegaso sono destinate a giovani laureati  utilmente classificati nella graduatoria di ammissione al corso di dottorato, di età non superiore a 35 anni al momento della domanda di ammissione, in possesso di una adeguata conoscenza della lingua inglese (equiparabile almeno al livello B2), disponibili a effettuare soggiorni di studio e ricerca all’estero per almeno 6/12 mesi e a frequentare corsi per l’acquisizione di soft skills nell’arco del triennio di corso.

Il contributo regionale trasferito al soggetto che realizza il corso è così quantificato:

  • borsa Pegaso con soggiorno all’estero di 6 mesi: 61.300,00 euro per il triennio;
  • borsa Pegaso “internazionale” con soggiorno all’estero di 12 mesi: 66.150,00 euro per il triennio;
  • borsa Pegaso a tematica vincolata senza soggiorno all’estero: 56.450,00 euro per il triennio.

Le domande devono essere presentate alla Regione Toscana – Settore DSU e sostegno alla ricerca, entro il 30 gennaio 2019.
Le domande devono essere trasmesse tramite l’applicazione “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line”

 

Fonte: Decreto 23 novembre 2018, n. 18980, B.U.R. 5 dicembre 2018, n. 49, s. 200, Regione Toscana